Inclusività

I cambiamenti avvenuti all'interno del sistema scolastico del nostro paese hanno messo in risalto il passaggio dalla cultura dell'integrazione in cui i ragazzi con Bisogni Educativi Speciali (dalla disabilità ai Disturbi Specifici dell'Apprendimento, ad altre problematiche temporanee o permanenti) venivano integrati nell'ambiente educativo, alla cultura dell'inclusione, in cui è lo stesso ambiente educativo a modificarsi includendo i BES e arricchendo così la propria formazione culturale.

L'istituto Gian Matteo Giberti si impegna in prima linea per promuovere una didattica inclusiva in grado di garantire a ciascun alunno la possibilità di mettere a frutto le proprie capacità al meglio. Una didattica di tipo inclusivo:

  • valuta la diversità degli alunni: la differenza tra gli alunni è una risorsa e una ricchezza;
  • permette di lavorare con gli altri: la collaborazione e il lavoro di gruppo sono approcci essenziali per tutti i docenti;
  • valorizza le potenzialità di ciascuno: le proprie conoscenze e abilità vengono condivise e diventano risorsa per tutti;
  • rispetta lo stile dell'alunno: si accolgono i tempi altrui, si accetta la diversità e ci si abitua a collaborare per raggiungere assieme una meta.

Nel nostro istituto sono infatti presenti alcune iniziative e attività in modo tale da garantire un ambiente di studio e apprendimento che sia sereno, aperto, inclusivo e flessibile in cui i modi diversi e gli stili diversi di apprendimento stimolano la didattica e aiutano il successo formativo delle allieve e degli allievi.

 

GLI: Gruppo di Lavoro per l'Inclusività 

Il GLI (gruppo di lavoro per l'inclusività) è un organo della scuola costituito dal Preside e da alcuni docenti che ha il compito di collaborare alle iniziative educative e integrative previste dal piano educativo della scuola. Il GLI svolge le seguenti funzioni

  • rileva i BES presenti nella scuola;
  • raccogli e documenta gli interventi didattico-educativi posti in essere anche in funzione di azioni di apprendimento organizzativo in rete tra scuole e/o in rapporto con azioni strategiche dell'Amministrazione;
  • approfondisce e si confronta sui singoli casi, offre consulenza e supporto ai docenti sulle strategie/metodologie di gestione delle classi;
  • rilevazione, monitoraggio e valutazione del livello di inclusività della scuola;
  • elabora una proposta di Piano Annuale per l'Inclusività riferito a tutti gli alunni con BES, da redigere al termine di ogni anno scolastico (entro il mese di giugno).